Andate al contenuto principale
Leipzig Bauhaus Sento verticale

Villa Blochwitz

Lo splendore dello stile Bauhaus

È stata la luce di villa Blochwitz, edificio in stile Bauhaus di Lipsia, ad affascinare l’attuale proprietario a tal punto da convincerlo ad acquistare l’immobile di interesse storico. L’intento del concetto di illuminazione di Occhio è stato anche quello di conservare il ruolo di fondamentale elemento di design ricoperto dalla luce. Il suo spettro olistico, in perfetta sintonia con l’architettura, dimostra come anche una forma funzionale e fredda non escluda la percezione di leggerezza all'interno dell’ambiente.
Bauhaus Außenschuss v2

Un’eredità dal grande potenziale

Quando l’architetto Arthur Blochwitz costruì l’edificio per se stesso e la propria famiglia, nel periodo tra il 1931 e il 1932, i principi formali del Bauhaus emersero fin dal primo momento: compattezza e funzionalità furono accostate a un’estetica basata su linee e assi, nonché su un gioco di equilibri tra elementi di apertura e di chiusura. L’edificio presenta una superficie di quasi 150 metri quadrati. All’epoca i locali abitativi e adiacenti si trovavano al piano terra, mentre quello superiore era adibito a essiccatoio. Il caratteristico tetto piano, invece, non veniva utilizzato come terrazza. Oggi l'immobile è stato adattato alle esigenze moderne, pur rimanendo conforme a quanto stabilito dalla normativa sulla protezione dei beni culturali: si tratta infatti di una delle principali testimonianze del movimento Bauhaus e, di conseguenza, di uno dei più importanti esempi dell’architettura moderna del periodo interbellico.

Leipzig Bauhaus Portrait

Portata alla luce

Il promotore immobiliare Tim Glücker è un proprietario dai gusti particolarmente raffinati che si è trasferito a villa Blochwitz. Apprezza il design modulare dell’edificio caratterizzato da angoli e spigoli, ma anche le sue forme arrotondate, che sicuramente meritano di essere messe in risalto dalla giusta luce. Insieme a Occhio ha sviluppato un concetto di illuminazione che non solo pone l’accento sul carattere dell’architettura, ma che instaura anche un profondo dialogo con la luce naturale.

“Scegliendo i corpi illuminanti di Occhio per ogni ambiente, con l’intento di preservare l’atmosfera di luce naturale anche nelle ore serali, siamo riusciti a creare una simbiosi unica che conferisce a questo edificio in stile Bauhaus un carattere moderno ma allo stesso tempo classico”.
Tim Glücker, promotore immobiliare e proprietario
Leipzig Bauhaus Mito sospeso

Un’unione magica

Il portfolio dei prodotti di Occhio non è da intendersi come una serie di capolavori a sé stanti. Sebbene le singole serie si attengano a diverse linee in termini di forma e funzione, parlano tutte la stessa lingua in materia di luce e design. Questo progetto sottolinea ancora una volta l’approccio olistico di Occhio: tecnologia e design si completano alla perfezione. L’esclusivo Mito sospeso risplende al centro della scena sul tavolo da pranzo, accompagnato dai raffinati proiettori / spot Più alto per offrire un’avvolgente illuminazione dell’ambiente. La disposizione in coppia dei proiettori / spot, collocati in diversi spazi della casa, costituisce un espediente stilistico utilizzato spesso come elemento d’attrazione visivo nella progettazione dell’illuminazione, che si distingue per le sue caratteristiche e che conferisce un senso di tranquillità ed equilibrio all’ambiente.

Scopri di più su Mito sospeso
Leipzig Bauhaus Sento sospeso

La tranquillità come punto di forza

Il concept tono-su-tono dell'architettura e del design d’interni trova una continuità cromatica perfettamente armonizzata nel nero opaco dei corpi illuminanti di Occhio. Il grigio-verde saturo delle pareti e degli arredi non solo permette ai singoli mobili e agli accessori di essere al centro dell’attenzione, ma offre alla luce stessa la possibilità di diffondersi in tutta la sua brillantezza. Sento sospeso, scelto per la zona notte accanto al letto, è solo un esempio di quanta emozione e atmosfera possa diffondere una sorgente di luce di per sé a malapena visibile. In questo progetto, in particolare, è proprio la continua riduzione a produrre esattamente l'effetto desiderato: un corpo illuminante che occupa lo spazio necessario a diffondere appieno il proprio chiarore, senza dover competere con altri coni di luce. Questa dinamica rende evidente come per creare isole di luce siano indispensabili anche le ombre.

Scoprite di più su Sento sospeso
Leipzig Bauhaus Sento verticale

Interagire con l’orizzonte

Uno dei maggiori punti di forza dell'architettura Bauhaus risiede nell’utilizzo della luce, che viene impiegata come elemento di design insostituibile. L'atmosfera suggestiva è ottenuta da un lato grazie a generose superfici finestrate e dall'altro ricorrendo a espedienti stilistici che giocano con le trasparenze, come i blocchi di vetro che permettono alla casa di catturare al meglio la luce. Questa penetra da tutti i lati creando un effetto diffuso e offrendo una percezione sempre nuova. Ciononostante, tutto segue una chiara struttura geometrica. Partendo da questo concetto, i corpi illuminanti di Occhio si rifanno agli assi dell’architettura. Questo principio risulta evidente soprattutto nella rampa di scale dove, in risposta alle linee verticali e orizzontali definite dall'architettura, è stato collocato accuratamente un singolo Sento verticale.

Scoprite di più su Sento verticale
Leipzig Bauhaus Tür

Un vecchio scrigno per una nuova vita

Per Tim Glücker, mantenere lo stile Bauhaus della villa era indispensabile: doveva rimanere perfettamente riconoscibile anche in seguito al rifacimento dell’edificio. Oltre alla scelta del colore delle pareti tipico dello stile Bauhaus, che come un leitmotiv si ritrova in gran parte della casa, l'intento era anche quello di trovare i corpi illuminanti ideali per le diverse aree e funzioni, affinché fossero compatibili con il carattere generale dell'architettura e lo preservassero. L'incidenza mutevole della luce nel corso della giornata permette di vivere la casa nei modi più disparati e dalle più svariate prospettive. Questa versatilità si ritrova anche nei corpi illuminanti di Occhio: grazie alle loro funzioni, alla loro dimmerabilità e all'utilizzo di lenti contribuiscono alla creazione di un’esperienza luminosa completa che coinvolge l'intera abitazione.

Scoprite di più su Più alto

Villa Blochwitz

Anno di realizzazione: 2022
Architettura: Arthur Blochwitz
Corpi illuminanti: Mito sospeso, Gioia lettura, Sento sospeso, Sento verticale, Più alto
Progettazione dell’illuminazione: Occhio + Tim Glücker
Foto: Laura Thiesbrummel

Occhio per il vostro progetto

Rispondiamo alle esigenze del vostro progetto nel miglior modo possibile e non vediamo l’ora di creare qualcosa di straordinario insieme a voi: una nuova cultura della luce. Contattateci, saremo felici di assistervi.
Trovare un referente diretto